Stazione autolinee: si allarga Don Resmini, sparisce la Croce Rossa

Fare e disfare è ancora un vecchio vizio all’ingresso di nuove amministrazioni soprattutto di sinistra . La vicenda della stazione autolinee sta prendendo una nuova piega , soprattutto per quanto riguarda i nuovi locali della mensa di don Resmini e lo spazio attiguo che doveva accogliere la Croce rossa militare con servizio di pronto intervento h. 24 e autoambulanza. Con una decisione che di proposito vuole essere ideologica, si aumentano  da 40 a 56 i posti della mensa e si restringe lo spazio restante che viene assegnato ai City Angels come sede definitiva. Bene, per fortuna l’accordo con i City Angels resta, con tutto il significato che l’ex Assessore alla Sicurezza Bandera aveva voluto conferirgli: attenzione ai più bisognosi e nel contempo presidio del territorio e migliore percezione di sicurezza per tutti i cittadini che nella zona della stazione si trovano a circolare per necessità di utilizzo del servizio.

Maggior attenzione ai bisogni, asserisce il neo assessore Brembilla, per non creare troppo lunghe code di attesa ai richiedenti un pasto. Sparisce invece l’attenzione alla necessità di un punto di pronto intervento sanitario mancante su tutto il centro cittadino, un servizio che sarebbe stato inoltre garantito dalla Croce Rossa Militare in divisa.

Continuo a pensare che la soluzione migliore in assoluto sarebbe un’altra , ossia scegliere la strada che altre stazioni in altre città italiane hanno perseguito, ottenendo un vistoso miglioramento della vivibilità degli spazi: servizio di contatto, accoglienza ed accompagnamento in loco dei più fragili da parte di educatori di strada e personale specializzato ma un decentramento della soddisfazione dei bisogni (servizio mensa, alloggi notturni, ecc.) per alleggerire la situazione in un sito che già per definizione è un luogo ad alto rischio.

Non dimentichiamo che, nella realtà della nostra stazione autolinee, avremo un parcheggio su due piani assolutamente contiguo, anche in ore serali, alla zona di servizio mensa che richiama centinaia di persone richiedenti un pasto ma che non sempre sono lucide e facilmente gestibili come riferito in più occasioni dallo stesso don Resmini. 

Luisa Pecce (Consigliere Lega Nord)

Data 18-07-2014 17:25:13
Condividi
FaceBook  Twitter  

Cerca

Prossimi eventi

Nessun evento in programma

Link in evidenza

  Lega Nord - Sito Federale
www.leganord.org

  Lega Nord - Sito Provinciale
www.leganordbergamo.org

Alberto Ribolla

  Alberto Ribolla
CAPOGRUPPO IN CONSIGLIO COMUNALE
www.ribolla.org
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per assicurarti una migliore esperienza di utilizzo Approfondisci.
Our website is protected by DMC Firewall!