Pecce, bisogna sostenere i volontari

Luisa Pecce, consigliere comunale della Lega Nord, lancia un appello all'amministrazione e ai cittadini di Bergamo per garantire un sostegno economico a “Orobicambiente”, associazione di volontari che lavorano per pulire le Mura di Bergamo da erbacce e degrado


Complimenti all’Assessore Ciagà per aver portato alla firma della convenzione che sancisce il coinvolgimento di Demanio, Comune di Bergamo e Orobicambiente per la sistematica pulizia delle Mura, il nostro più importante e simbolico monumento . Il percorso non era facile per la complessità dei rapporti e per la pesantezza della burocrazia ed era già proficuamente iniziato, grazie ad una solida collaborazione con l’Associazione, con l’assessore Bandera nella passata amministrazione . E’ giusto però fare una riflessione per scoprire l’altra parte della medaglia, quella che è rimasta nascosta sotto le parole entusiastiche piovute da ogni parte. Le mura saranno tirate a lucido per l’Expo. Ce ne rallegriamo tutti ma davvero, sinceramente. Approfittando, e giustamente, della laboriosità dei bergamaschi e della presenza sul territorio di volontari sperimentati e qualificati, il Comune valorizza una risorsa, risparmia un mucchio di soldi e risolve un problema . Purtroppo lascia abbondantemente rischi, spese e lavoro sulle spalle dell’Associazione che ha fatto della pulizia della città ed in particolare delle mura la sua ragione di vita e che ha sviluppato una squadra di lavoro organizzata meglio di una ditta specializzata. Il tutto a costo zero per la comunità, spendendo di tasca propria grazie ai contributi dei 600 e più iscritti, offrendo in forza lavoro solo per le mura 5000 ore all’anno.

Se facciamo un piccolo calcolo, moltiplicando per 10 euro all’ora, si tratta 50.000 euro e visto, che la convenzione vincola per un triennio, arriviamo alla notevole cifra di 150.000 euro di cui il Comune di Bergamo usufruirà senza sborsare nulla. E’ proprio il caso di dirlo, visto che, diversamente da quanto fatto dalla precedente amministrazione Tentorio che negli ultimi tre anni (2011-2012-2013) ha conferito contributi ad Orobicambiente per un totale di 23.000 euro.

L’amministrazione Gori, invece, l’anno scorso non ha dato neppure un centesimo mentre per quest’anno si impegna solo a pagare i corsi per la speciale patente, del resto indispensabili per formare le dieci persone che saranno incaricate della pulizia delle mura con particolari attrezzature. Ci mancherebbe solo si dovessero pagare anche questo! Finalmente con questa convenzione, i nostri volontari sono ufficialmente riconosciuti come i referenti di questo importante incarico di mantenimento dei luoghi più cari alla città. Ma che sforzo di organizzazione e di impegno economico si richiede all’Associazione!

A loro toccano le spese per le attrezzature di normale amministrazione, per le divise, per i materiali ma anche la spesa dell’assicurazione, richiesta espressamente per poter sottoscrivere la convenzione, per coprire i rischi di infortunistica, ed è ovvio, ma anche di responsabilità civile verso terzi. Per fortuna Aprica noleggerà e darà in utilizzo il ponte sospeso, un balcone mobile, sullo stile di quelli che si utilizzano per la pulizia dei vetri dei grattacieli, indispensabile per il lavoro esterno alle mura. Peccato però che l’affitto della suddetta attrezzatura, cui si ricorre vista l’urgenza dell’Expo e della candidatura Unesco, costi 10-15.000 euro per 6 mesi. Sarebbe stato meglio riuscire a comperarla e darla poi in comodato a tempo indefinito ai volontari, dato che la spesa si aggira sui 28.000 euro. Ma tant’è.

Ovviamente Orobicambiente a questo punto mira ad acquistare in proprio e, dal punto di vista della dotazione, non può limitarsi al balcone sospeso ma deve, per forza di cose, dotarsi di una macchina per diserbare, di un generatore,di un automezzo adatto al trasporto di carichi notevolmente pesanti. Si tratta di circa 65.000 euro che l’Associazione, immaginate con che sforzo, sta cercando di racimolare per poter poi , con attrezzature di proprietà, lavorare senza vincoli di affitto e veramente a costo zero. Naturalmente ritengo che sia auspicabile che tutti i bergamaschi che “possono” si sentano chiamati a contribuire alla raccolta fondi per questo obiettivo, i cui frutti poi sono immediatamente sotto gli occhi di tutti. Con convinzione faccio un appello ancora più accorato all’Amministrazione in carica perché preveda ogni anno a rinnovare il contributo di almeno 5000 euro che servono poi per tenere in efficienza gli strumenti di lavoro che si usurano e le attrezzature personali come indumenti, calzature e caschetti a norma di legge.

Secondo me sarebbe stato opportuno inserire questa clausola direttamente in convenzione. Il Direttore regionale del demanio Luca Michele Terzaghi è rimasto sbalordito dell’operatività di Giacomo Nicolini e della sua squadra, ritenendola una realtà ambientale di volontariato sulla monumentalità unica del suo genere, da proporre come termine e di paragone e da diffondere come esempio sul territorio regionale. E allora è ovvio che i bergamaschi ed in particolare e soprattutto l’Amministrazione si devono sentire in obbligo di sostenere anche economicamente e in maniera continuativa e strutturata un’associazione straordinariamente efficiente che tutti ci invidiano per l’ alto valore etico, sociale e di recupero storico-ambientale.

Luisa Pecce - Consigliere Comunale Lega Nord

Data 25-03-2015 20:23:23
Condividi
FaceBook  Twitter  

Cerca

Prossimi eventi

Nessun evento in programma

Link in evidenza

  Lega Nord - Sito Federale
www.leganord.org

  Lega Nord - Sito Provinciale
www.leganordbergamo.org

Alberto Ribolla

  Alberto Ribolla
CAPOGRUPPO IN CONSIGLIO COMUNALE
www.ribolla.org
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per assicurarti una migliore esperienza di utilizzo Approfondisci.
Our website is protected by DMC Firewall!