Pecce : Montelungo - ex Riuniti, che i cittadini sappiano...

L'occasione è stata fornita da una lettera inviata alla stampa locale dal Duca emerito del Ducato di Piazza Pontida, evidentemente sostenitore dell'attuale modalità di gestione ma non bene informato, con la quale avanzava alcune critiche all'andamento del nostro piccolo parlamento cittadino. Ha risposto ad essa la Consigliere Luisa Pecce.


All’attenzione della Redazione                               Bergamo, 8 Marzo 2015

Rif. lettera “ Ex Riuniti e Montelungo. Contrapposizione. Il subdolo male di Bergamo” -  Eco del 08-03-2015

Voglio esprimere un “grazie” al Ducato di Piazza Pontida. Con la sua lettera alla redazione, ha infatti portato a conoscenza del largo pubblico uno dei più propositivi emendamenti dei 34 che sono stati presentati dalle minoranze al protocollo in oggetto.  Anche il Duca infatti condivide la proposta di un importante parcheggio sotto la Montelungo attribuendola però erroneamente  alla maggioranza anziché alla minoranza.

Lo dico con conoscenza di causa essendo la prima firmataria di tre emendamenti presentati per aggiungere al progetto Montelungo un parcheggio sotterraneo; un’opportunità irripetibile, prevista tra l’altro nel progetto della precedente Amministrazione,  e bellamente trascurata nella nuova edizione.

La lettera in oggetto si presta anche a un’altra considerazione e cioè come i cittadini sembrino ignorare completamente come sono andate le cose sull’argomento.  In essa infatti si avanza un rimprovero a chi non ha  supinamente e acriticamente “collaborato” all’apoteosi di un progetto che risolve in un colpo solo due  grossi problemi : ex Riuniti e Montelungo.

Dico perciò al caro Duca emerito (e ai cittadini interessati) che, mentre risulta comprensibile il suo rammarico per la mancata esultanza, qui non si tratta di ripicche per attribuirsi il merito dell’impresa ma di una seria discussione sul metodo di affrontare i lavori che risultano storici per la città.

Il progetto di recupero in realtà è indubbiamente interessante ma è stato preparato per 6 mesi nella massima riservatezza, fatto  conoscere, prima che ai Consiglieri, ai giornalisti con un gran colpo mediatico, presentato in gran fretta in Commissione e immediatamente messo all’ordine del giorno in Consiglio praticamente blindato (come dire: questo è il Protocollo redatto con Cassa Depositi e Prestiti, Università , Guardia di Finanza e nessun emendamento è recepibile).

Questa procedura, e per un caso così importante, non era accettabile ma non certo perché qualcuno  volesse “ perdere tempo e far saltare  l’intesa” ma per rispetto della democrazia e dei Consiglieri eletti, che devono essere messi in grado di comprendere e di dare il loro contributo di idee per poi risponderne ai propri elettori.

In questo caso, data l’importanza del progetto, la minoranza riteneva indispensabile rimandare di una settimana la discussione (e certamente questo non avrebbe comportato ritardi sostanziali).  Ma, vistasi rifiutata la proposta, si era comunque studiati tutti i documenti e gli allegati in tempi strettissimi e aveva elaborato e proposto i famosi 34  emendamenti  migliorativi (come, appunto, il parcheggio tra gli altri).

Ebbene tutti  questi sono stati cassati in blocco (addirittura con votazione unica per tutti gli emendamenti) senza la volontà di dare loro una valutazione negando( anche per i Consiglieri della stessa maggioranza) il tempo necessario per leggerli con attenzione e, come si evince dalla lettera, senza dare ai cittadini neppure la possibilità di conoscerli.  Si è voluto buttare nella spazzatura un lavoro intelligente e propositivo (oltre al parcheggio sotterraneo c’erano molti altri spunti e appunti!), teso alla collaborazione nell’affrontare un tema così rilevante per la città.

Dico perciò al Duca emerito che non è certo la minoranza che non ha voluto affrontare, come affermato, la materia in oggetto “senza strategie di parte ma con spirito di servizio” !

Sono anch’io dell’opinione che la sterile diatriba politica sia deleteria (e quante volte ha appesantito il lavoro nel corso della passata amministrazione), ma soprattutto, aggiungo , quando non c’è il ”dualismo fazioso” ma solo un atteggiamento arrogante che impedisce  una corretta informazione e un dibattito democratico e costruttivo .

 

Consigliera Luisa Pecce (Lega Nord)

Data 10-03-2015 00:00:00
Condividi
FaceBook  Twitter  

Cerca

Prossimi eventi

Nessun evento in programma

Link in evidenza

  Lega Nord - Sito Federale
www.leganord.org

  Lega Nord - Sito Provinciale
www.leganordbergamo.org

Alberto Ribolla

  Alberto Ribolla
CAPOGRUPPO IN CONSIGLIO COMUNALE
www.ribolla.org
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per assicurarti una migliore esperienza di utilizzo Approfondisci.
DMC Firewall is a Joomla Security extension!